logo i buoni cugini.jpeg
img_0255.jpeg

                                        

Luigi  Natoli 

 

Luigi Natoli nasce a Palermo il 14 aprile 1857, da Giuseppe Natoli e Maria Lamantea.

Nel 1860 Maria, entusiasta dell’arrivo di Garibaldi, fece indossare ai figli la camicia rossa e tutta la famiglia, malgrado Giuseppe fosse segretario del supremo tribunale della monarchia borbonica, fu rinchiusa alla Vicaria con confisca dei beni: da qui nasce l’inizio delle difficoltà economiche della famiglia Natoli. 

 

Ammesso al ginnasio, Luigi si distinse subito e in pubblica classe il professore, padre Vincenzo Ramirez ebbe a dirgli: “Spero di viver tanto da leggere le cose vostre stampate”.

Terminato il ginnasio, da autodidatta prese profonda conoscenza di tutti i classici latini e italiani, studiò filologia, romanza, storia e scienze naturali.

A 23 anni conseguì l’abilitazione all’insegnamento dell’italiano nei ginnasi ed iniziò la sua lunga e travagliata carriera di insegnante. 

Nel 1881/82 diresse la scuola tecnica comunale di Partinico. 

Nel 1885 insegnò al ginnasio V.E. di Palermo.

Dal 1886 al 1888 visse a Roma, dove fondò e diresse il giornale Capitan Fracassa.

Fu nominato professore di lettere a Palermo nel 1888, e ivi insegnò per diversi anni. 

Nel 1897 fu trasferito a Pisa, nel 1898 a Nuoro, nel 1900 a Pinerolo, nel 1901 a Napoli dove rimase fino al 1907. 

Fu direttore delle scuole normali maschili a Cagliari nel 1908, ad Avellino tra il 1911 e il 1912, a Manfredonia tra il 1913 e il 1917, a Foggia tra il 1917 e il 1921; solo allora tornò definitivamente a Palermo, dove comunque manteneva casa e tornava appena possibile tra un trasferimento e l’altro e per le vacanze estive. (Massimo Finocchiaro – I sette fratelli Natoli. Le vite singolari del figli di Luigi Natoli tra la belle époque e il secondo dopoguerra in giro per il mondo). 

 

Non ebbe una vita sentimentale serena. 

Dal suo primo matrimonio con Emma Turretta ebbe quattro figli, Giuseppe, Domenico, Aurelio, e Lidia. 

Rimasto vedovo nel 1890, si risposò con Teresa Ferretti (figlia di Clodomiro Ferretti, titolare della casa editrice La Gutemberg) da cui ebbe Clodomiro (morto durante la prima guerra mondiale e a cui dedicò lo scritto Ricordi di Clodomiro mio figlio – I Buoni Cugini editori), Romualdo, Marcello, Edgardo, Maria, Lidia e Hedda. 

Ebbe amicizie illustri tra cui Giuseppe Pitrè, Mario Rapisardi, Luigi Pirandello, Arturo Graf, G. Cesareo, Alfonso Sansone, Napoleone Colajanni, Girolamo Ragusa Moleti, Luigi Capuana, Giuseppe Pipitone Federico. 

 

Tutti a Palermo conoscono Luigi Natoli come autore de I Beati Paoli, romanzo d’appendice pubblicato a puntate tra il 1909 e il 1910 sul Giornale di Sicilia, più volte ristampato, tradotto in varie lingue, diventato infine nell’immaginario popolare l’epopea identitaria della città, un classico la cui fortuna editoriale è oggi più viva che mai. 

Ma la fama di Luigi Natoli non è limitata a Palermo o alla Sicilia, se è stato apprezzato da tanti, in luoghi ed epoche diverse, da Antonio Gramsci a Luigi Pirandello, e Umberto Eco. 

Era uomo di grande personalità, di erudizione enciclopedica, acceso da un amore sconfinato per la Sicilia, alla quale dedicò quasi tutta la sua produzione letteraria. 

Fortemente patriottico, benché nato suddito delle Due Sicilie, nutriva una venerazione per il Risorgimento di Mazzini e Garibaldi, e in questo culto aveva allevato i figli. 

Al contempo si trovava radicalmente lontano dalle idee socialiste. (Massimo Finocchiaro: I sette fratelli Natoli. Le vite singolari dei figli di Luigi Natoli tra la Belle époque e il secondo dopoguerra in giro per il mondo).

Pubblicò per le scuole d’Italia 48 volumi (numero datato 1905, le pubblicazioni continueranno a Palermo), nove di ricerche e di storia letteraria che illustrano la Sicilia pubblicati con gli editori più famosi dell’epoca (Remo Sandron e Carlo Clausen; scrisse discorsi, commemorazioni, conferenze, novelle, versi, articoli d’arte, di letteratura, di filologia; innumerevoli articoli di critica letteraria, artistica o di carattere storico sui quotidiani e sulle più importanti riviste siciliane usando anche lo pseudonimo di Maurus.

Tantissime le leggende siciliane pubblicate in appendice al Giornale di Sicilia con lo pseudonimo di William Galt.

Scrisse in appendice al Giornale di Sicilia e in dispense con l’editore La Gutemberg ben 26 romanzi storici, tutti ambientati in differenti periodi della storia di Sicilia tutti ripubblicati da I Buoni Cugini editori (tranne Alla guerra! romanzo che si svolge nella Francia aggredita dall’invasore tedesco nel 1914, e riportato alla luce dopo cento anni da I Buoni Cugini editori). In particolare, i romanzi: Squarcialupo (1924), I mille e un duelli del bel Torralba (1927), Gli ultimi saraceni (1911), Alla Guerra! (1914), sono stati ricostruiti e pubblicati per la prima volta in unico volume ad opera de I Buoni Cugini editori. 

Luigi Natoli iniziò a scrivere a diciotto anni: fu professore di lettere, storiografo, romanziere (tutti i romanzi di Luigi Natoli sono pubblicati da I Buoni Cugini editori), poeta (tutte le poesie edite ed inedite sono raccolte e pubblicate in un volume ad opera de I Buoni Cugini editori), commediografo, drammaturgo (tutte le opere teatrali in italiano e in dialetto siciliano, inedite e copiate dai manoscritti, sono raccolte in due volumi ad opera de I Buoni Cugini editori) novelliere, conferenziere, giornalista, critico letterario: scrisse fino alla sua morte.

Morì il 25 marzo 1941, ed è attualmente sepolto al Cimitero di S. Orsola a Palermo. 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchiamo, in questa pagina a lui dedicata, di indicare i punti più importanti della sua carriera di scrittore, di storiografo, di drammaturgo, di poeta, di critico letterario, di autore di un incredibile numero di articoli d'arte e di storia, di conferenziere, di professore... in modo da guidarvi nello sviluppo dell'opera su cui noi editori lavoriamo, ovvero riprodurre tutta la produzione completa dell'autore, in tutte le sue sfaccettature. 

Il tutto nelle versioni originali, ovvero quelle pubblicate dall'autore mentre era in vita, tratte da giornali e dai libri dell'epoca, disattendendo le ristampe dopo la sua morte. 

La produzione letteraria di Luigi Natoli è immensa. 

Di seguito l'elenco delle principali opere ricostruito sulla base dei nostri studi ad oggi, relativo alle pubblicazioni dell'autore mentre era ancora in vita.

natoli2.jpeg
natoli4.jpeg
natoli2.jpeg
img_0255.jpeg

I ROMANZI STORICI

 

Nelle edizioni de I Buoni Cugini editori ogni romanzo è seguito dal "contesto storico dell'opera", tratto da "Storia di Sicilia dalla preistoria al fascismo" dello stesso autore. 

"Egli potrà dire di avere illustrato tutta la storia di Sicilia: e allora, vista nel suo complesso e ordinata cronologicamente, apparirà quest'opera sua veramente monumentale e prodigiosa!" (Giornale di Sicilia, 1925)

Tutti i volumi sono disponibili:

Dal catalogo prodotti della casa editrice al sito www.ibuonicuginieditori.it (sconto 15%, consegna a mezzo corriere in tutta Italia).

Su Amazon prime, Ibs, Feltrinelli e tutti gli store di vendita online.

In libreria presso:

La Feltrinelli libri e musica (Via Cavour e punto vendita Centro Commerciale Conca d'Oro), La Nuova Bancarella (Via Cavour), Libreria La Vardera (Via N. Turrisi 15), Libreria Nike (Via M.se Ugo 56), La Nuova Ipsa (Piazza Leoni 60), Libreria Macaione (Via M.se di Villabianca 102). 

Copertine realizzate da Niccolò Pizzorno.

Per la scheda del libro cliccare sul link.

 

 

1907 - Calvello il bastardo - grande romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo di fine Settecento, pubblicato a puntate in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1907 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1913 riveduto e corretto dall'autore. Quest'ultima è l'edizione pubblicata da I Buoni Cugini editori

 

1908 - I Cavalieri della Stella - romanzo storico siciliano, ambientato nella tormentata Messina del 1672, pubblicato a puntate in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1908. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1909 - I Beati Paoli - grande romanzo storico siciliano, pubblicato a puntate in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1909/1910 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1931. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1910 - Il Paggio della regina Bianca - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1401, pubblicato a puntate in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1910 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1921. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1911 - Il Vespro Siciliano - romanzo storico siciliano, pubblicato a puntate in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1911 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1915, rifatto, aggiunto e ampliato dall'autore. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1911 - Gli ultimi saraceni - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1100 al tempo di Guglielmo I e Matteo Bonello, pubblicato unicamente in appendice al Giornale di Sicilia nel 1911/1912. Pubblicato per la prima volta in unico volume da I Buoni Cugini editori.

 

1913 - La principessa ladra - romanzo storico siciliano, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1913 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1930. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

1914 - Cagliostro e le sue avventure - romanzo storico, dove protagonista è il famoso taumaturgo palermitano Giuseppe Balsamo, in arte Conte di Cagliostro, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1914. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

1914 - Coriolano della Floresta - seguito ai Beati Paoli, pubblicato in dispense con la casa editrice La Gutemberg. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1914 - Alla guerra! - romanzo storico ambientato nella Francia e nel Belgio del 1914, all'inizio della prima guerra mondiale, pubblicato unicamente a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1914/1915. Pubblicato per la prima volta in unico volume da I Buoni Cugini editori 

 

1920 - La dama tragica - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1530, al tempo di Marco Antonio Colonna, dove protagonista è la bellissima donna Eufrosina Corbera. Pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1920/1921 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1930. Pubblicato da I Buoni Cugini editori

 

1921 - Latini e Catalani volume 1 (Mastro Bertuchello) - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1300, al tempo della sanguinosa guerra tra Latini e Catalani, dei Palizzi, dei Ventimiglia, dei Chiaramonte e del regno di Aragona. Pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1921 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1925. Pubblicato da I Buoni Cugini editori 

 

1922 - Latini e Catalani volume 2 (Il tesoro dei Ventimiglia) - romanzo storico siciliano, seguito a Mastro Bertuchello, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1922 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1925. Pubblicato da I Buoni Cugini editori 

 

1923 - Fra Diego La Matina - romanzo storico siciliano, pubblicato in appendice sul Giornale di Sicilia nel 1923 e con la casa Editrice La Gutemberg nel 1924. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

1924 - Squarcialupo - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1517, dove protagonista è il patriota Giovan Luca Squarcialupo. Pubblicato unicamente a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1924. Per la prima volta in unico volume ad opera de I Buoni Cugini editori.

 

1925 - Viva l'Imperatore - romanzo storico siciliano, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1925. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

1926 - I mille e un duelli del bel Torralba - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo di fine '700, pubblicato unicamente a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1926. Pubblicato per la prima volta in unico volume da I Buoni Cugini editori.

 

1927 - La vecchia dell'aceto - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo di fine '700. La storia di Giovanna Bonanno, l'avvelenatrice passata alla storia come La vecchia dell'aceto. Pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia da luglio a dicembre del 1927. Pubblicato da I Buoni Cugini editori 

 

1929 - L' Abate Meli - romanzo storico siciliano, dove protagonista è il poeta Giovanni Meli detto l'abate, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1929. Pubblicato da I Buoni Cugini editori in un volume che comprende: Giovanni Meli: studio critico (1883) e Musa siciliana (1922) nella parte relativa alle poesie del Meli, con traduzione in italiano a fronte a cura di Francesco Zaffuto. 

 

1930 - Braccio di Ferro avventure di un carbonaro - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1820, pubblicato con la casa Editrice La Gutemberg nel 1930. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1931 - I morti tornano... - romanzo storico siciliano ambientato nella Palermo del 1837 devastata dal Cholera, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1931. Pubblicato da I Buoni Cugini editori con prefazione di Massimo Maugeri 

 

1932 - Gli Schiavi - romanzo storico siciliano, ambientato in Sicilia sotto la dominazione romana, nel 120 a.C. al tempo della seconda guerra servile. Pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1932 e con la casa Editrice Sonzogno nel 1936. Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

1932 - Ferrazzano - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1700, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1932/1933. Pubblicato da I Buoni Cugini editori con prefazione di Rosario Palazzolo. 

 

1936 - Fioravante e Rizzeri - romanzo ambientato nella Palermo del 1920, dove protagonista è un "oprante" e la sua "opera dei pupi"; pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1936/1937. Pubblicato da I Buoni Cugini editori con prefazione dello stesso autore (articolo pubblicato sul Giornale di Sicilia nel 1936). Il copione integrale dell'opra Fioravante e Rizzeri è pubblicato nel volume Il teatro del popolino, che raccoglie tutti gli scritti di Luigi Natoli sull'Opera dei Pupi. 

 

1938 - Il Capitan Terrore - romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1560, pubblicato a puntate in appendice al Giornale di Sicilia nel 1938. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

Nelle biografie ufficiali di Luigi Natoli vengono riportati i seguenti romanzi:

 

Chi l'uccise? - Breve romanzo storico siciliano, ambientato nella Palermo del 1848, di cui al momento non abbiamo trovato traccia sul Giornale di Sicilia o presso altri editori. Pubblicato dopo la morte dello scrittore dalla casa editrice La Madonnina nel 1951. Pubblicato da I Buoni Cugini editori 

 

Rosso l'avventuriero - romanzo di cui al momento non abbiamo trovato nulla, nè sul Giornale di Sicilia nè altrove, ivi comprese le pubblicazioni postume della casa editrice La Madonnina. Presumiamo, dagli studi fatti, che si tratti, più che di un romanzo, di una leggenda a più capitoli.

 

IL TEATRO

 

Le opere teatrali di Luigi Natoli, sia in italiano che in dialetto siciliano, sono state pubblicate per la prima volta da I Buoni Cugini editori in due volumi: 

 

Cappa di Piombo che raccoglie tutte le opere edite (Il Conte di Geraci) e inedite in italiano (Cappa di Piombo, L'ironia della Gloria, Quannu curri la sditta, Il numero 570). 

 

Suruzza! che raccoglie tutte le opere inedite in dialetto siciliano (Suruzza! L'abate Lanza, L'umbra chi luci, Quattru cani supra un ossu) con testo in italiano a fronte e note esplicative. 

 

I testi delle opere sono copiati dai manoscritti dell'autore, nella maggior parte non datati.

 

POESIE

 

Raccolte in un unico volume dal titolo "Poesie", gli scritti in versi di Luigi Natoli, liberi da qualsiasi condizionamento se non quello stilistico, consentono al lettore di ricostruire con sicurezza la reale personalità dell'autore, immortalandolo come un uomo ricco di sentimenti e di grande intelligenza, coltissimo ma avvilito dalla miseria morale e materiale che lo circonda, passeggero di un secolo che non ha saputo dare la giusta gloria ad uno dei suoi figli migliori. 

Il volume comprende le raccolte di poesie edite Foglie morte (pubblicata il 31 agosto 1880 con la tipografia R. Carrabba - Lanciano, con prefazione di Giuseppe Pipitone Federico), Parentalia (pubblicata il 22 novembre 1890 con la tipografia del Giornale di Sicilia), Congedo (pubblicata con l'editore Remo Sandron nel 1908), e le raccolte di poesie inedite, fedelmente copiate dai manoscritti dell'autore Versiculi (1883) e In Pace (1885). Alla raccolta Congedo il grande Luigi Pirandello risponderà: "Caro Luigi, Congedo? Che congedo! Chi può mettere un volume di versi come il tuo non ha il diritto a congedarsi dalle Muse. Del resto, lo so, giuramenti da marinajo! Quando si ha veramente nel sangue il male della poesia, è inutile dire: - Ora basta! - Finchè il tuo sangue scorre e il tuo cuore batte, bisogna che tu faccia versi e versi e versi. Piangi, e noi godremo! Grazie di tutto e un fraterno abbraccio dal tuo Luigi".

 

STORIE E LEGGENDE

 

1892 - Storie e Leggende ed. Pedone Lauriel pubblicato da I Buoni Cugini editori con il titolo La Baronessa di Carini e altri racconti con fatti di sangue che oltre a riprodurre fedelmente la raccolta originale comprende la leggenda La signora di Carini (pubblicata nel Giornale di Sicilia del 31 agosto 1910) e narra la storia della famosa baronessa secondo gli studi di Giuseppe Pitrè e il trattato storico Un poemetto siciliano del secolo XVI (ed. 1910 estratto dagli Atti della Reale Accademia di Scienze); uno studio letterario e storico del famoso poemetto della Baronessa di Carini. 

Pubblicato da I Buoni Cugini editori.

 

 

GUIDE TURISTICHE

 

 

1891 - Guida di Palermo e suoi dintorni 1891 ed. Pedone-Lauriel. La guida turistica scritta da Luigi Natoli in occasione dell'Esposizione Nazionale, definibile una "fotografia" della Palermo dell'epoca. Pubblicato da I Buoni Cugini editori in un volume che fedelmente riproduce l'originale, dall'elenco di tutti i servizi a disposizione del turista con i relativi prezzi, fino alle pubblicità dell'epoca a fine volume e il pieghevole della cartina di Palermo.

 

 

TRATTATI STORICI E STORIOGRAFICI

 

 

1910 - La rivoluzione siciliana del 1860, narrazione. Ed Marraffa Abate. Pubblicata da I Buoni Cugini editori nel volume Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti storici sul Risorgimento siciliano

 

1910 - Documenti e memorie della rivoluzione siciliana del 1860 a cura del Comitato cittadino pel cinquantenario del 27 maggio 1860. Raccolta di documenti  della rivoluzione, anteriori e posteriori al 4 aprile 1860 e fino al 27 maggio, atti della Dittatura, che riguardano il periodo rivoluzionario, il rinnovamento politico-amministrativo della Sicilia e uomini e fatti della rivoluzione; atti della rappresentanza civica, documenti riferibili alle spedizioni, diari del tempo, memorie, poesie. Lavoro svolto da Luigi Natoli con la Sottocommissione storica composta da  Giuseppe Pitrè (Presidente), Giuseppe Pipitone Federico, Alfonso Sansone, Salvatore Giambruno, Giuseppe Travali, Cesare Matranga. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

1917 - Milizia eroica, Foggia. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume "Il numero 570 - scene drammatiche in due atti" Collana Gli Introvabili.

 

1926 - Le tradizioni cavalleresche in Sicilia, estratto da "Il folklore siciliano". Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume "Il teatro del popolino"

 

1927 - Rivendicazioni attraverso le rivoluzioni siciliane del 1848-1860, ed. Cattedra italiana di pubblicità. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti storici sul Risorgimento siciliano. 

 

1931 - I più piccoli garibaldini del 1860, estratto da  "La Sicilia nel Risorgimento italiano". Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti storici sul Risorgimento siciliano. 

 

1935 - Storia di Sicilia dalla preistoria al fascismo, ed. Ciuni. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nella fedele riproduzione dell'opera originale, comprende a fine volume la Bibliografia delle principali opere consultate dall'autore, e l'indice analitico dei nomi di luoghi e dei nomi di persone. In quest'opera Luigi Natoli padroneggia la materia Storia di Sicilia con grande perizia storiografica e con la competente erudizione del grande letterato senza mai annoiare il lettore, analizzando i fatti con imparziale lucidità e con un linguaggio moderno, facendone un testo di riferimento ancora attuale e di facile consultazione.

 

1938 - Di un volume di documenti sulla rivoluzione siciliana del 1860 e sulla spedizione dei Mille, estratto dal mensile "Rassegna storica del Risorgimento, anno 25. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti storici sul Risorgimento siciliano. 

 

Palermo al tempo degli Spagnoli (1500-1700) è un’opera inedita, pubblicata oggi per la prima volta e fedelmente ricostruita e copiata dal manoscritto originale dell’autore. Il manoscritto è senza data, ma poichè riporta nella Bibliografia consultata in volume Storia di Sicilia pubblicato con la casa editrice Ciuni nel 1935, presumiamo sia stato scritto dopo. È lo studio critico e documentato di due secoli di storia della città di Palermo mirabilmente analizzata da Luigi Natoli con una visione del tutto contemporanea senza trascurar nulla, compresi i particolari, anche più frivoli. Un’opera che fa sentire ancora viva la voce di questo scrittore che tanto amò e diede alla sua bella Palermo. Argomenti trattati: La città – Il governo – L’amministrazione – Il popolo – Il Sant’Offizio – Il clero e le confraternite – La giurisdizione e l’arbitrio – Le maestranze – Le rivolte – Le armi e gli armati – Le scuole e i maestri – La stampa – Gli usi e costumi delle famiglie – La vita fastosa – La pietà cittadina – Teatri e feste – I divertimenti cavallereschi e le giostre spettacolose – Banditi, stradari e duelli. Pubblicato da I Buoni Cugini editori. 

 

SAGGI DI CRITICA LETTERARIA TRA CUI

 

1883 - Giovanni Meli, studio critico ed. Tipografia del Tempo. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume "L'abate Meli" che comprende il romanzo storico e le poesie di Giovanni Meli tratte da Musa siciliana. 

1885 – Hortensio Scammacca e le sue tragedie, Studio. Tipogr. Editrice Giannone e La Mantia. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume La civiltà e la letteratura siciliana nel secolo XVI.

1895 – La civiltà siciliana nel secolo XVI, Remo Sandron Editore. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume La civiltà e la letteratura siciliana nel secolo XVI.

1904 – Prosa e prosatori siciliani del secolo XVI, Remo Sandron Editore. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume La civiltà e la letteratura siciliana nel secolo XVI.

1910 - Un poemetto siciliano del secolo XVI, estratto da “Reale accademia di scienze, lettere ed arti di Palermo. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume “La baronessa di Carini e altri racconti con fatti di sangue” e nel volume “La civiltà e la letteratura siciliana nel secolo XVI”. 

1922 - Musa siciliana, ed. Caddeo. Pubblicato da I Buoni Cugini editori nel volume “L' Abate Meli” per la parte relativa alle poesie di Giovanni Meli, nel volume "La baronessa di Carini e altri racconti con fatti di sangue" nella parte relativa al poemetto della Baronessa di Carini con note dell'autore, e nel volume “La civiltà e la letteratura siciliana nel secolo XVI” per la parte relativa alla poesia siciliana nel secolo XVI, ai poeti colti nel secolo XVI e alle “storie” nel secolo XVI.

 

TESTI SCOLASTICI

 

1925 - Almanacco del fanciullo siciliano - Libro sussidiario di cultura regionale e nozioni varie - Volume unico per la III, IV e V classe elementari. Editore Industrie Riunite Editoriali Siciliane. Pubblicato da I Buoni Cugini editori completo delle illustrazioni dell'epoca. 

 

 

L'elenco delle opere sarà aggiornato nel corso delle pubblicazioni. Per realizzare la migliore possibile ricostruzione delle opere di Luigi Natoli, noi editori siamo ben felici di accogliere le vostre segnalazioni inerenti anche alla vita dello scrittore, con espressa esclusione di quanto pubblicato dalla casa editrice La Madonnina.

Tutti i volumi sono disponibili:

Dal catalogo prodotti della casa editrice al sito www.ibuonicuginieditori.it (sconto 15%, consegna a mezzo corriere in tutta Italia).

Su Amazon prime e tutti gli store di vendita online.

In libreria presso:

La Feltrinelli libri e musica (Via Cavour e punto vendita Centro Commerciale Conca d'Oro), La Nuova Bancarella (Via Cavour), Libreria La Vardera (Via N. Turrisi 15), Libreria Nike (Via M.se Ugo 56), La Nuova Ipsa (Piazza Leoni 60), Libreria Macaione (Via M.se di Villabianca 102).