I BUONI CUGINI EDITORI

Casa editrice

Era costumanza allora in Palermo il martedì dopo Pasqua andare a mezzo miglio della città, nella pianura detta di Spirito Santo da una chiesa, e lì alzar tende, improvvisar taverne e lietamente banchettare, ballare e cantare. Cadeva in quell’anno 1282, il martedì al 31 di marzo e la folla era grande, chè fra tante tristezze cercava di illudersi in un giorno si svago. Quasi per mantenere l’ordine, erano stati mandati un gran numero di sergenti e soldati francesi. Era stato vietato rigorosamente ai cittadini di portare delle armi; di che, uno dei sergenti, veduta una bella giovane, abusando del potere, corse a frugarla disonestamente col pretesto di vedere se nascondesse armi. La donna all’atto inverecondo svenne, e allora un giovane palermitano, infiammato di sdegno, strappato al francese il pugnale dal fianco, glielo immerse nel petto gridando: Muoiano i Francesi! Fu un segno di sollevazione popolare improvvisa e tremenda. Coi sassi, coi bastoni, con le stesse armi strappate ai francesi, il popolo furente ne uccise quanti ve ne erano. I sollevati corsero tumultuando in città al grido di morte e la sollevarono. Sonavano in quel momento le campane a Vespro e quell’ora servì più tardi a designare la grande rivoluzione di popolo; e il Vespro Siciliano passò alla storia come esempio dell’ira popolare contro lo straniero.

Luigi Natoli

 

Luigi Natoli con la sua perizia di grande storiografo e narratore, ci consegna uno dei capolavori della letteratura popolare mondiale che nulla trascura di quel periodo storico come l’orrenda strage di Agosta, le trame politiche cospirative dei baroni siciliani, l’orgoglioso episodio di Gamma Zita a Catania, la valorosa resistenza della città di Messina al dominio francese degli Angiò. Il romanzo ricco di fatti e personaggi realmente accaduti o esistiti, ci regala l’indimenticabile eroe Giordano De Albellis, intollerante alle ingiustizie, innamorato della sua terra, della libertà e della sua bella Odette. Edizione interamente restaurata a iniziare dallo stesso titolo: “Il Vespro Siciliano”. L'opera, infatti, è la fedele trascrizione del romanzo originale pubblicato in dispense dalla casa editrice La Gutemberg nel 1915

Pagine 945 - Prezzo di copertina € 25,00

Copertina di Niccolò Pizzorno

Con la rivoluzione del Vespro, la Sicilia si stacca quasi dalla vita politica italiana, fa parte per sè; indipendente da prima, fino a che ebbe re propri; vassalla di altri, quando perdette questo privilegio. 

Luigi Natoli

 

Il tuo carrello

Spedizione:
Totale:

Concludi l'acquisto

1

Indirizzo

Nome
Cognome
Indirizzo
Città
Provincia
CAP
Email

2

Spese di spedizione

Seleziona la spedizione
 

3

Metodo di pagamento

Seleziona un metodo di pagamento
 
Grazie per il vostro ordine. Potrete effettuare il pagamento dell'ordine con bonifico bancario a Anna Squatrito 

presso BancoPosta Iban n. IT05R0760105138250609050613

Sarete subito contattati per i dettagli sulla consegna a mezzo corriere.

 

Importo totale:

Ordina