Nella terra del sole che sboccia: estratto del romanzo

Albatro è un giovane autore con una vera e propria ossessione per la scrittura. Immerso completamente nel suo piccolo spazio, trascorre un'esistenza molto lineare, finchè un giorno la sua realtà non viene messa sottosopra per l'allontanamento di Julie; e il suo mondo comincia letteralmente a cancellarsi poco a poco.
Sarà lei il perno che farà girare tutta la storia, portando il protagonista ad incappare "Nella terra del sole che sboccia", una piccola bottega dell'usato - che solo chi ha perso qualcosa di vitale può vedere - gestita da un Friedrich Nietzsche catapultato nei giorni nostri contro la sua volontà, direttore di un teatro sotterraneo, che darà al giovane Albatro la possibilità di rivivere da capo qualsiasi frammento del suo passato o di reinventarne uno nuovo, al prezzo della sua memoria. Il tutto viene ripercorso passo dopo passo da Grigio e Oliver, due cani randagi che provano ad invertire il mondo con la loro umanità.
"Nella terra del sole che sboccia" è una moderna opera ironica e amara, scritta in una struttura atipica che alterna le narrazioni dei personaggi in differenti stili narrativi molto vicini al linguaggio sia odierno che classico, dalle chat alle pagine di diario.
Ma soprattutto, è la storia di Albatro e Julie, che si inseguono nei labirinti delle loro incomprensioni, in quella sfrenata corsa nella ricerca di se stessi, fino a sfociare inesorabilmente in quella che è poi la vita.
Marco Gregò
"La lirica dell'autore è molto potente, addirittura la puoi quasi toccare, sentirne la consistenza sotto le dita e il suo peso specifico, lieve negli occhi". 
Giampaolo Zarini

Recensione da lettore di Amazon

Recensione da lettore di Amazon

"Spietato... Stupefacente.
Ho letto questo libro in poche ore. L'ho divorato. "Nella terra del sole che sboccia" è un viaggio interiore che non avrei mai avuto il coraggio di fare. Mano a mano che la storia prende forma e che entri nel personaggio, inizi a sentire quelle esperienze come tue, a rimodularle in quella che è la tua vita. E' un libro che pone degli interrogativi spietati e che mostra le diverse...
facce della felicità . Un libro spietato e allo stesso tempo meraviglioso. Un libro che vuole essere letto tutto d'un fiato e che ti trascina da Nietzsche insieme ad Albatro.
Poi stupende le illustrazioni, che accompagnano la narrazione perchè ti fanno calare ancor di più nella storia, dandoti un accenno ad inizio capitolo di cosa ti aspetterà  nelle pagine seguenti. E' un libro completo e che consiglio vivamente perchè quando lo hai letto non sei davvero in grado di farne un riassunto per il semplice fatto che ti mancano le parole, perchè è un libro che, a partire dalla vita di Albatro, parla della vita di tutti noi".

Marco Gregò: Nella terra del sole che sboccia. Con le illustrazioni di Vieri Sorrentino

Marco Gregò: Nella terra del sole che sboccia. Con le illustrazioni di Vieri Sorrentino

 

Agli sportelli della felicità
c’è sempre  una fila incredibile
che difficilmente  si riesce a immaginare 

 

La terra del sole che sboccia è un romanzo  che si colloca in quel lasso temporale della vita che vorresti non passasse mai.

È la storia di una gioventù afferrata ma mai trattenuta, che si spegne e si accende nello scorrere dei giorni.

È la storia scrittori e amanti, di sogni e illusioni, di verità e fantasie che si intrecciano a formare una vicenda così distante e allo stesso tempo così vicina alla realtà da rimanerne quasi incantati.

È la storia dell'eterna lotta tra felicità e tristezza che non ha né vincitori né vinti.

È la storia di Grigio ed Oliver, due randagi che provano ad invertire il mondo con la loro umanità; è la storia di Friedrich Nietzsche intrappolato nei giorni nostri, ben lontano dai suoi concetti superiori e irraggiungibili.

È la storia senza età che ha come unica richiesta l'aver amato almeno per un giorno. Ma soprattutto è la storia di Albatro e Julie che si inseguono nei labirinti delle loro incomprensioni, in quella sfrenata corsa nella ricerca di se stessi, fino a sfociare inesorabilmente in quella che è poi la vita.

Marco Gregò

Recensione da lettore di Amazon

Recensione da lettore di Amazon

Ho appena finito di leggere il libro e ho la stessa sensazione che provo nel finire la bibliografia di Kafka. Nostalgia e un po' di vuoto. Ma è quello che mi lasciano tutti i buoni libri per il semplice fatto che le pagine scorrono veloci e, purtroppo, finiscono. Storia originale, mai banale, allegorica. Elementi ricorrenti che ti fanno innamorare ed aspettare ogni rigo che accenni alla parola sole. "Bisogna prima esprimere grandi verità per dopo essere grandi scrittori" e Marco Gregò ha scritto una grande storia. E se ci sono scrittori che vogliono a tutti i costi far emergere il lato poetico e chi il lato umano ammazzando la poesia, credo che l'autore di questo libro debba mantenere il suo prezioso coraggio che è uello di far prendere vita a tutte quelle piccole parti di sè che, altrimenti, sarebbero inaccessibili. A quel Mr. Masturbo che è l'amico di tutti noi, che ci aiuta a creare un appagamento narcisistico appiattito su se stesso ma, che da solo non può produrre alcuna realizzazione e alcun vero incremento se non in relazione a chi amiamo e a chi ci dona un  feedback. Una storia da regalare.