Fra' Domenico Spatola: Madre Mare e Luna.

Fra' Domenico Spatola: Madre Mare e Luna.

Sulla “mamma” mai si dice abbastanza.
Ogni discorso su di lei tende a riappropriarsi dei balbettii d’infanzia rimasti in memoria, intingendo la penna nell’inchiostro del cuore.
Primordiale è dei battiti del cuore la percezione del suono più caro in suo grembo, onde profondono le radici di vita in lei maturata a tenerezza.
Ho ripensato le sensazioni senza tempo degli innocenti vagiti. Esperienza che tutti accomuna, snidandoli da cuore più che da memoria, tesoro serbato e all’occorrenza propizio a voglia di madre.
Ho adottato del bambino la cantilena in versi e assonanze echeggianti il dondolìo dei primordi tra sue braccia. Ora essa è cullata in moine e nenie d’affetti nel crescendo di riscoperta dell’amica di sempre, e del  nutrimento prodigioso di suo latte fino alle lotte improvide, che esistenza prepara. 
Speculari le analogie con la Luna e col Mare, per legami accomunanti acque amniotiche, promogenie in vita di mare le cui onde con le maree la luna governa.

Fra’ Domenico Spatola

Fra' Domenico Spatola: Vangelo di Marco in versi

Fra' Domenico Spatola: Vangelo di Marco in versi

Lo scritto, che nell'antichità  cristiana offriva ai primi evangelizzatori la trama su cui tessere la "Buona Novella" ha interessato la mia "rilettura in versi". 

La tendenza al ritmo, sperimentata in gioiosa cadenza musicale che accresce magia alla parola in versi e con rime, ha consentito inediti portali e insospettate intuizioni. 

Il Vangelo di Marco, preferito per strategica essenzialità  di narrazione, discorre in elegante sequenza di quadretti o finestre per la luce del messaggio che, anche con simboli, traduce ansia di bellezza nella fedeltà  al testo in ermeneutica da diletto e passione. 

Il libro servirà  ai piccoli e agli adulti, e ciò ripagherà  la mia fatica e quella degli editori che vi hanno creduto. 

Vada però, anche per esso, l'augurio di Orazio, poeta latino: "habent sua fata libelli". Condividiamo anche noi che "ogni libro ha il suo destino".

Fra' Domenico Spatola

Fra' Domenico Spatola: Palermo, dono di perle in versi. Poesie.

Fra' Domenico Spatola: Palermo, dono di perle in versi. Poesie.

Palermo dono di perle in versi è la seconda raccolta di novantadue poesie (ciascuna corredata con foto) di Fra' Domenico Spatola dedicata alla sua città, dove l'amore per i luoghi, la gente, la storia e le tradizioni si fondono in lodi attente e sensibili, critiche e delicate. Versi pieni di vita a una città che tutto sa dare e tutto sa prendere.

 

Maria Luisa Lamanna - Una notte e l'altra - poesie

Maria Luisa Lamanna - Una notte e l'altra - poesie

La raccolta di 210 poesie di Maria Luisa Lamanna, dedicate Ai sognatori danzanti...

Io sono

se c’è lei.

Ha dentro

la pronuncia

di ogni stagione

e la danza

di ogni risposta.

È così bella

quando raduna

i suoi alfabeti

e mi vince

di stupore

il firmamento

Maria Luisa Lamanna

Fra' Domenico Spatola e la sua prima raccolta di poesie: In libertà d'amore...

Fra' Domenico Spatola e la sua prima raccolta di poesie: In libertà d'amore...

Frammenti di idee,

immagini dall'infinito dell'anima,

libertà di vita,

aneliti di speranza,

amore per il cuore che,

nella quotidianità,

sognando bellezza,

scopre sempre nuovi germi di felicità

e consapevoli risposte

al senso della vita

donata, anche a fatica

e perciò posseduta in pienezza...

Tali gli ideali dove intingo

la penna della fantasia. 

 

Fra' Domenico Spatola 

In libertà d'amore... - Fra' Domenico Spatola

Il tuo carrello

Spedizione:
Totale:

Concludi l'acquisto

1

Indirizzo

Nome
Cognome
Indirizzo
Città
Provincia
CAP
Email

2

Spese di spedizione

Seleziona la spedizione
 

3

Metodo di pagamento

Seleziona un metodo di pagamento
 

Importo totale:

Ordina