AA.VV: Delitti al Thriller Café

AA.VV: Delitti al Thriller Café

Vai alla pagina per leggere le recensioni e conoscere gli autori

Delitti al Thriller Café: l'antologia dei racconti premiati e segnalati del 1° premio letterario organizzato da Giuseppe Pastore, anima di Thrillercafè.

La vittoria del concorso va al racconto:

OFF di Luana Troncanetti Di questa opera, Romano De Marco dice: “Buon racconto, scrittura sicura, trama credibile, finale a sorpresa. Denota padronanza della tecnica narrativa e della scrittura in sé.”... Il parere di Piergiorgio Pulisci: “OFF è un racconto stillante dolore e quella affilata crudeltà che lascia in dote l’abbandono, ma al di là di questo le pagine brillano di talento e di un’impronta letteraria originale, risultato non scontato da ottenere in una manciata di pagine. Una penna incisiva da tenere sott’occhio.”

Al secondo posto:

Il giorno dei morti di Gianluca Di Matola Di questa opera, Marilù Oliva dice: “Finale mozzafiato, scrittura interessante e non prevedibile, non pomposa ma varia, acutissima indagine psicologica attraverso la tecnica dello show – don’t tell. Un bel racconto originale che destabilizza il lettore.”

Terzo classificato:

Il cieco a gettone di Riccardo Landini Di quest’opera, Ivo Tiberio Ginevra dice: “Il cieco a gettone è un breve racconto senza dubbio fresco ed originale. Piacevole da leggere che stimola delle profonde riflessioni sul mondo interiore dei non vedenti. Il commissario Presti è un personaggio da continuare a far vivere.”

A questi scrittori, esordienti ed emergenti, va il mio grazie e il mio plauso per averci dato fiducia e aver contribuito a un volume che spero possa rappresentare l’inizio di una nuova missione per il Thriller Café, non solo ritrovo virtuale di chi legge, ma anche polo d’attrazione per chi scrive. E un grazie ancor più grande va ovviamente ad autori noti come Romano De Marco, Piergiorgio Pulisci e Marilù Oliva per aver fatto da super giurati al concorso, e aver impreziosito - De Marco e Pulisci - quest’opera con un personale contributo. Il loro entusiasmo nel prestarsi al progetto è per Thriller Café motivo di gran vanto, per le nuove penne riferimento e accostamento prestigioso, e per voi lettori testimonianza di ricerca di qualità da parte nostra. Un grazie speciale devo rivolgere anche a Niccolò Pizzorno e Nicola Ballarini i due disegnatori che si sono alternati ad illustrare tutti i racconti dell’antologia arricchendola di un pregevole valore artistico. Ringrazio anche i membri della giuria di qualità che insieme a me e all’editore hanno selezionato i racconti da proporre ai super giurati del concorso, e in particolare Monica Bartolini, Mariela Peritore e Ivan Ficano. Dalla prefazione di Giuseppe Pastore. 

Titoli e autori: 

Introduzione di Giuseppe Pastore

Prefazione di Romano De Marco

Piergiorgio Pulixi - La brezza del mare

Luana Troncanetti (primo classificato) - OFF

Gianluca Di Matola (secondo classificato) - Il giorno dei morti

Riccardo Landini (terzo classificato) - Presti e il caso del cieco a gettone

Gianluca Bellizia - Uccidere i mostri

Marco Bertoli - Giustizia divina

Paolo Caminiti - Un veleno chiamato odio

Federico De Sivo - Ain't no sunshine

Ezio Gavazzeni - Miss Gennaio

Raffaella La Villa - Fango

Sconamiglio Enrico - Gli occhi di Lara

Paolo Tagliaferri - Elsinore

Fausto Tanzarella - Quel gentile signore del terzo piano

Daniele Torquati - Era tranquillo, salutava sempre. 

 

Ivo Tiberio Ginevra: Ragionevoli atti di follia.

Ivo Tiberio Ginevra: Ragionevoli atti di follia.

Con le illustrazioni di Niccolò Pizzorno 

Qualche anno fa m'imbattei nella lettura di "Delitti esemplari" di Max Aub. Il libro mi entusiasmò, nello stile, nel messaggio, insomma, in tutto e senza neanche accorgermi iniziai a scrivere cosette come quelle, affascinato dall'idea di poter uccidere chiunque per delle banalità, perchè giusto come un sacrosanto diritto. E forse chi di noi non lo farebbe se avesse la sicurezza che il gesto non fosse un delitto? 

Di questi banali ma necessari atti di follia ne ho scritti un pochino, molti sotto l'influenza di Max Aub, e mi sono divertito anche parecchio, pertanto, vi prego, in questi scrittarelli, non cercate nulla di particolare. 

Guardate, invece, le illustrazioni del mio amico Niccolò Pizzorno e capirete che grazie a lui questo delirio di parole trova forse una logica artistica. 

Ivo Tiberio Ginevra

Pagine 178 - Prezzo di copertina € 15,00

Stefano Caso: Il male relativo

Stefano Caso: Il male relativo

Un romanzo senza eroi, dove le voci del male più volgare si confondono con quelle più raffinate, non meno squallide e distruttive.

 

Fabio Pasquale: Una cosa fra noi

Fabio Pasquale: Una cosa fra noi

Cosa è peggio della morte? Uccidere e sentirsi in colpa. Se pensi di farcela, e dopo ti accorgi di aver sopravvalutato la capacità di dimenticare, allora sei vicino alla fine. Erano amici, erano giovani e senza scrupoli. Davanti a loro avevano una strada in discesa, un posto garantito nel mondo della finanza. Tutto sembrava dovuto, i soldi facili un dettaglio, poi sono stati fottuti. È successo velocemente, troppo velocemente, e hanno perso l'unica cosa che conta davvero: la credibilità. La punizione progettata dopo mesi di appostamenti doveva apparire come un gesto simbolico, invece si è trasformata in una tragedia: un omicidio, per essere precisi. C'è una sola via di fuga: affidare la propria confessione a un perfetto estraneo, scelto a caso dal destino e tenuto in ostaggio per qualche ora. Ma ciò non sarà sufficiente: la voce della vendetta con il passare del tempo assume autorevolezza, diventa insistente, pragmatica. Diventa improrogabile.

Il tuo carrello

Spedizione:
Totale:

Concludi l'acquisto

1

Indirizzo

Nome
Cognome
Indirizzo
Città
Provincia
CAP
Email

2

Spese di spedizione

Seleziona la spedizione
 

3

Metodo di pagamento

Seleziona un metodo di pagamento
 

Importo totale:

Ordina