Si apre oggi la collana "Almeno un morto" con

Si apre oggi la collana "Almeno un morto" con

Un romanzo senza eroi, dove le voci del male più volgare si confondono con quelle più raffinate, non meno squallide e distruttive.

Disegni di Niccolò Pizzorno

Luigi Natoli: Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti sul Risorgimento siciliano.

Luigi Natoli: Rivendicazioni. La rivoluzione siciliana del 1860 e altri scritti sul Risorgimento siciliano.

Questi scritti vogliono essere una narrazione dei rivolgimenti siciliani del 1860 e nascono dalla mia passione per la Sicilia e specialmente per Palermo, la mia città natale: Passione che invece di affievolirsi con gli anni, è diventata più intensa via via che mi sono addentrato nello studio della storia; e mi sono accorto degli errori, dei pregiudizi, della superficialità e anche dell'ignoranza di che son pieni gli scrittori, anche valorosi, quando parlano e giudicano cose siciliane. Procuro di correggere secondo verità tutta quella parte che i nostri vi ebbero nel risorgimento siciliano, parendomi non soltanto ingiustizia, ma anche ingratitudine lasciar nell'ombra o menomar le loro opere e i sacrifici, che prepararono prima, e spianarono, resero possibile poi e vittoriosa la spedizione garibaldina dei Mille e l'Unità nazionale.

prof. Luigi Natoli.

La storia del risorgimento siciliano dei siciliani in una perfetta ricostruzione storiografica di Luigi Natoli come non l'avete mai letta.

Il volume contiene le seguenti opere di Luigi Natoli:

- Introduzione storica da "Storia di Sicilia dalla Preistoria al Fascismo" - ed Ciuni anno 1935

- La rivoluzione siciliana nel 1860 - narrazione (Comitato cittadino pel cinquantenario del 27 maggio 1860) - Palermo 1910

- Di un volume di documenti sulla rivoluzione siciliana del 1860 e sulla spedizione dei Mille - (Estratto dal mensile "Rassegna storica del Risorgimento Anno XXV - Fasc. II Febbraio 1938 - XVI")

- I più piccoli garibaldini del 1860 - (Estratto da "La Sicilia nel Risorgimento italiano - anno 1931)

- Rivendicazioni attraverso le rivoluzioni siciliane del 1848 - 1860 (Cattedra italiana di pubblicità - Editrice in Treviso 1927).

Pag. 575 - € 20,40

Monica Bartolini: Persistenti tracce di antichi dolori

Monica Bartolini: Persistenti tracce di antichi dolori

"Aveva conosciuto i dolori più atroci che una donna potesse provare, ma ora il suo cuore era calmo perchè stava per ricongiungersi alle anime dei suoi cari. Il bue pareva attendere tranquillo che lei trovasse la forza. Si librò leggera nell'aria, nonostante il peso del fagotto stretto al seno. Era certa che tutto si fosse compiuto secondo il volere degli Dei". - Monica Bartolini 

 

SANNITI, GAELICI, MAYA

Tre popoli distanti tra loro nell'arco del tempo, con usi e costumi incomparabili, uniti dalla particolarità di un oggetto prezioso, giunto fino ai nostri giorni per raccontarci della loro scomparsa. Una fine tragica, che però non è riuscita a cancellare né le gesta di quelle Genti né la loro cultura.

L'Asse romano Minerva-Toro, il Reliquiario di Monymusk e il Codice di Dresda giacciono nelle teche dei musei che li ospitano per ricordare a tutti noi quale è stato il nostro cammino di uomini.

Alla Rossachescrivegialli l'onore di tessere le trame dei delitti legati a quei reperti, considerandoli alla stregua di persistenti tracce delle dolorose vicende che hanno attraversato i secoli.

 Disegni in copertina di Niccolò Pizzorno.